Homepage Demo Perdi Peso News Shop login Iscriviti
  
miadieta.it - news :  iscriviti alla newsletter

   

Pancia Piatta mangiango Bene a Colazione!  

Ogni Giorno un diverso Menu' Personalizzato su Miadieta.it!; iscriviti a Miadieta.it- Clicca qui!


Per molti italiani, la giornata-tipo ha questo inizio: sveglia traumatica, di corsa a prepararsi e un caffé al volo prima di uscire. Niente di più sbagliato! La colazione, infatti, è il pranzo più importante della giornata.

Al risveglio, dopo molte ore di sonno, digiuno e immobilità, il nostro corpo ha bisogno di essere rifornito di energia, nutrienti e acqua per reintegrare le riserve esaurite durante la notte. Se i rifornimenti vengono a mancare, l'organismo non renderà al massimo, muscoli e cervello saranno meno efficienti e la giornata risulterà molto faticosa.

 

È importantissimo, quindi, dedicare alla prima colazione un’attenzione particolare, in modo da scegliere gli alimenti giusti per cominciare bene la giornata, evitando però accumuli di calorie inutili e dannose per la linea.

Innanzitutto, la colazione deve fornire due tipi di risorse: energia subito disponibile da utilizzare nelle prime ore del mattino e energia a più lento rilascio per "reggere" fino a pranzo.

La prima deriva dagli zuccheri semplici, contenuti in zucchero, miele, marmellata, frutta, biscotti, brioche, mentre la seconda si ricava dai carboidrati complessi forniti da pane e fette biscottate integrali, molto nutrienti ma poveri di grassi.
Infine, in una corretta colazione non dovrebbero mai mancare i latticini, come latte parzialmente scremato o yogurt magro

pubblicita'

 

Questi ingredienti sono indispensabili per una colazione bilanciata, che fornisca all'organismo circa il 20% delle calorie totali della giornata.

Tuttavia, per essere completa e ben bilanciata la colazione deve tenere conto di alcune variabili personali come l’età e l’attività lavorativa svolta.


Per i bambini, ad esempio, la colazione consigliata è composta da una tazza di latte parzialmente scremato, pane e marmellata o biscotti frollini e un frutto.

Per chi svolge lavori pesanti o pratica attività fisica intensa, invece, meglio puntare su una tazza di latte o uno yogurt, pane tostato con burro e marmellata e una spremuta d'arancia o una macedonia.

Per chi svolge lavori leggeri e mangia fuori a pranzo, la colazione giusta è una tazza di latte o uno yogurt magro, due fette biscottate integrali con un cucchiaino di miele e un frutto. 

Infine, ecco la colazione ideale per chi è a dieta o ha una vita sedentaria: una tazza di latte scremato, una fetta di pane integrale tostato e un frutto, possibilmente un pompelmo o qualche fetta d’ananas.

Naturalmente variare la colazione almeno due o tre volte all’anno è importante, sia per non stancarsi sia per non far “addormentare” il metabolismo.

Un’idea utile in questo senso arriva direttamente da oltre oceano: una recente ricerca del Pennington Biomedical Research Center (USA) ha infatti riabilitato le uova come alimento per la colazione.

Gli studiosi hanno tenuto sotto osservazione per due settimane due gruppi composti da 28 persone sovrappeso ciascuno, somministrando per colazione al primo due uova con una fetta di pane integrale e marmellata dietetica, e al secondo uno yogurt magro e una brioches.

Comparando l’apporto calorico giornaliero, le variazioni di peso e il senso di fame dei due gruppi, è emerso che chi si era nutrito di uova a colazione non solo aveva ridotto le calorie assunte a colazione (163 in meno), ma anche quelle assunte durante la giornata (altre 100 in meno), perché le uova fornivano più energia nell’arco delle 24 ore riducendo il desiderio di mangiare.

Perché non provare, allora, a “rubare” per una volta una buona abitudine agli americani, introducendo le uova nell’abituale colazione? Contrariamente a quanto si pensa, non c’è nessun rischio per il colesterolo e la salute delle coronarie, e in più si assume un alimento completo e con un grande potere “taglia-fame” (il 50% in più di pane e prodotti da forno).

Inoltre, pianificare in questo modo la colazione permette di evitare le classiche soste al bar, tanto diffuse quanto pericolose per la linea.

Anche un semplice cappuccino, che di solito ci si concede senza problemi, rappresenta in realtà un accumulo di almeno 60 calorie e 2 grammi di grassi tra zucchero, latte e panna, quasi quanto una brioches!

Per non parlare dei tazzoni da 150 calorie e oltre di latte con cacao, caffé con caramello o cappuccino con cioccolato: originalità, queste sì, da lasciare senza indugio agli americani.

 

Silvia Nava – Redazione Miadieta.it

 

  Ogni giorno una colazione diversa su Miadieta.it!; iscriviti a Miadieta.it- Clicca qui!  

 

 

Archivio Notizie    Homepage

+ chi siamo + servizi + contattaci + termini d'uso + privacy