Directory  
  Frenare la Fame Nervosa  
  Writer : Dott.ssa Sarah Meli – Psicologa Miadieta.it  
  [ 03-10-2008 ]  
 

La fame nervosa è una delle cause principali dei chili di troppo. L’eating emozionale, così come la chiamano gli esperti, porta a mescolare le emozioni con l’assunzione di cibo, usandolo per affrontare le situazioni e le emozioni che viviamo ogni giorno. Seguire uno schema alimentare equilibrato e sano non fa ingrassare, e per perdere peso spesso basta evitare di mangiare fuori orario spuntini ipercalorici. Ma ecco di seguito alcuni consigli utili per resistere alle tentazioni della fame o almeno per provare a cedere senza nuocere eccessivamente al peso e alla salute.

1. RIEQUIIBRARE LO SCHEMA ALIMENTARE

Spesso la fame eccessiva nasce da un’alimentazione non corretta, perché troppo ricca di zuccheri raffinati, grassi saturi ecc., oppure a errate associazioni alimentari, scarsa assunzione di acqua e di fibre e distribuzione non equilibrata dei pasti nel corso della giornata. Un’alimentazione di questo tipo può provocare continui picchi alti di zuccheri nel sangue e di neurotrasmettitori “del buonumore”, quali endorfine e serotonina, a cui seguono altrettante cadute di questi valori , che producono una fame “falsa” spingendo nuovamente alla ricerca di cibo, finendo col creare un vero e proprio circolo vizioso. Per tanto risulta importante seguire uno schema alimentare equilibrato, che certamente con l’aiuto dello staff di miadieta non sarà difficile trovare. Ma per iniziare ecco due regole fondamentali:

o Consumare cibi ad alto contenuto di fibre (cereali, legumi, verdure e frutta), questi aiutano a normalizzare la peristalsi intestinale e aumentano il senso di sazietà, migliorano la flora batterica intestinale e riducono l’assorbimento dei grassi;

o Non saltare mai gli spuntini a metà mattina e metà pomeriggio…un frutto, una macedonia, uno yogurt magro aiuteranno ad arrivare a tavola con meno appetito!!!

o

2. E SE ARRIVA LA VOGLIA DI QUALCHE GOLOSITA’…

Con la fame nervosa, spesso non basta riequilibrare lo schema alimentare, perché arriveranno comunque i desideri alimentari ed il bisogno di cedere alle tentazioni. Bene ciò che importa è prendere coscienza di questo vissuto e per farlo nel modo migliore consiglio di prendere un quaderno dove annotare ciò che si prova nel momento in cui si desidera un determinato cibo , qual è la motivazione che ci ha portato a mangiare, quali sono i pensieri, le emozioni che si hanno in quel momento o che cosa è accaduto per sentirsi così. Nel frattempo ecco alcuni sostituti poco calorici per calmare la voglia di…

o Biscotti: possono essere sostituite con tre meringhette a 80 Kcal (20g) contro le 150 di 3 biscotti;

o Cioccolato: sostituirlo con un bel bicchiere di latte magro con un cucchiaio di cacao dolce (70kcal) contro una tavoletta di cioccolato che apporta oltre 500 kcal;

o Pizza: due gallette condite con origano e salsa di pomodoro fanno risparmiare circa 250 kcal rispetto a una fetta di pizza;

o Gelato: preferire lo yogurt greco 0% grassi con miele e cacao o frutta per circa 60 kcal per una ciotola contro le oltre 200 del gelato;

o Pistacchi salati, arachidi e patatine: una o due gallette di riso condite con capperi tritati e un’acciuga sott’olio…si risparmiano fino a 300 kcal.

 
     
   
   
   
______________________________________________
  Top Blogs - iscriviti al club
______________________________
  SONDAGGIO - iscriviti al club
Copyright miadieta.it, 2008. All rights reserved.