miadieta.it

 Miadieta.it - NEWS

 

 

Dimagrisci  mangiando  Pane

 

 

Volete scoprire se una persona è a dieta? Provate ad offrirle del pane mentre sta mangiando, e osservate la sua reazione.

Se lo rifiuterà, aggiungendo a seconda dei casi una smorfia di sofferenza o un sorriso di superiorità, avrete la conferma che cercavate.

Questo perché negli ultimi anni, complici regimi dietetici poco equilibrati, si è diffusa la convinzione che per dimagrire sia necessario bandire o quasi il pane dalla tavola.

 

Una delle principali fonti di circolazione di questa errata convinzione è stata la dieta Atkins, un regime alimentare nato in America con la precisa volontà di essere carbohydrate free, cioè privo di carboidrati.

Il principio su cui si basa la dieta Atkins è che il nostro organismo brucia prima i carboidrati dei grassi per produrre energia. Riducendo l’immissione dei carboidrati, lo si spingerà ad utilizzare subito i grassi, ottenendo in tempi brevi l’eliminazione dei tanto odiati rotolini.

 

L’abolizione di pasta, pane, riso, pizza, cereali e dolci, ma anche di frutta e latticini, comporta però una restrizione troppo drastica di sostanze nutritive, che oltre a provocare danni alla salute assicura un immediato ritorno al peso iniziale non appena si torni ad un’alimentazione normale.

Basti pensare che lo stesso Robert Atkins, ideatore di questo metodo, è morto alcuni anni fa proprio per problemi legati alla sua obesità!

 

Il pane, fonte di carboidrati per eccellenza, non va quindi demonizzato, anche perché, contrariamente a quanto si pensa, non è un alimento ipercalorico: 100 grammi di pane apportano solo 255 calorie, meno della metà rispetto a biscotti, brioches e patatine.

Il suo segreto sta nella semplicità degli ingredienti: un panino tradizionale, infatti, è composto per un terzo da acqua, e per due terzi da farina, sale e lievito. I grassi quindi sono pochissimi, solo l’1% circa.

 

Inoltre, il pane è un’importante fonte di fibre, sostanze nutritive tanto importanti quanto poco contemplate nella dieta moderna, e contiene anche notevoli quantità di proteine, soprattutto sotto forma di glutine.

Infine, il pane è ricco di minerali come cloruro di sodio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, potassio e ferro, tutte sostanze di cui il nostro organismo è bisognoso, e che può ottenere solo attraverso l’alimentazione.

 

Grazie a queste caratteristiche, il pane rappresenta un alimento ricco di proprietà importanti: fa abbassare il colesterolo, diminuisce la velocità di assorbimento degli zuccheri nel sangue, favorisce il transito intestinale e dona un senso di sazietà che rallenta l’impulso a consumare cibi più dolci e calorici.

 

Rimettiamo il pane sulla tavola allora, sempre a patto di non esagerare con le quantità.

A favorire la rivalutazione di questo alimento, sinonimo stesso di nutrimento fin dall’antichità, ci ha pensato anche una ricerca dell’University of Arkansas for Medical Sciences.

Durante lo studio, 43 persone con problemi di peso in eccesso sono state sottoposte a regimi dietetici differenti, basati su diverse combinazioni di grassi e carboidrati.

Risultato: le persone che hanno potuto consumare liberamente pane e altri alimenti ricchi di carboidrati, tenendo invece sotto controllo la quantità di grassi, sono state quelle che hanno perso più peso. Inoltre, coloro che hanno seguito una dieta ricca di carboidrati hanno perso una più alta percentuale di grasso corporeo e di centimetri dal giro-coscia, mentre chi era stato sottoposto a regimi alimentari poveri di carboidrati ha ottenuto una perdita di peso praticamente irrilevante.

 

Via libera al pane, insomma: se consumato nelle giuste quantità, cioè circa 70-80 grammi al giorno, non fa assolutamente ingrassare, ed è anzi un ottimo alleato sia per l’estetica che per la salute.

Il vero problema per la linea, semmai, è rappresentato dal “companatico”, cioè il cibo con cui generalmente il pane viene accompagnato. Nutella, marmellate e insaccati sono molto più grassi e calorici del pane su cui vengono spalmati, e lo stesso vale per quei prodotti che mentalmente consideriamo spesso sostitutivi del pane, come focacce o prodotti da forno.

 

Per chi volesse fare una scelta ancora più salutistica, poi, l’ideale è il pane integrale: rispetto a quello tradizionale con farina 00 contiene più fibre, più minerali, più vitamine e soprattutto meno calorie, motivo per cui viene consigliato anche da molti dietologi.

 

Silvia Nava

Redazione Miadieta.it

 

Fonte: University of Arkansas for Medical Sciences

 

 

 

                                                                             Archivio Notizie           Homepage

 

 

 

+ chi siamo + servizi + contattaci + termini d'uso + privacy