miadieta.it
 
La Dieta last minute per il mare
Share
Quante volte hai letto o sentito ripetere che le diete troppo rigide e brevi nuociono alla salute e perfino alla linea?

Ora un nuovo studio statunitense potrebbe ribaltare questo assioma. Un team di ricercatori della Tuft University del Massachussets si è preso la briga di provare a confrontare gli effetti di due diete diverse: una, più moderata, riduceva l’apporto calorico giornaliero del 10%; l’altra, più “strong”, del 30%.

Al termine dell’esperimento, i risultati in termini di dimagrimento sono stati simili, ma la dieta più rigorosa si è dimostrata più efficace per quelle persone che generalmente resistono meno alle lusinghe del cibo.

Se sei una persona poco incline a sopportare i sacrifici nel lungo periodo - hanno spiegato gli studiosi - la dieta giusta per te è proprio la cosiddetta dieta urto. La notizia appare particolarmente gradita in questo periodo dell’anno, con l’estate ormai cominciata e la prova costume alle porte.

Invece di rassegnarti di fronte ai cuscinetti e pentirti di non essere corsa ai ripari con mesi di anticipo, puoi tranquillamente scegliere la tua dieta last-minute senza temere ripercussioni negative… a patto, naturalmente, di seguire le indicazioni dei ricercatori. La dieta urto ideale per l’estate, infatti, deve avere tre caratteristiche precise:
  1. Non ridurre l’apporto calorico giornaliero di oltre 1200 calorie rispetto al regime alimentare precedente
  2. Essere ricca di alimenti proteici per far fronte alla perdita di massa muscolare
  3. Prevedere almeno 30 minuti di attività fisica al giorno
Il periodo migliore per cominciare, come conferma la ricerca, è proprio quello estivo: il desiderio di riacquistare la forma fisica per non fare brutta figura in spiaggia è la molla migliore per far scattare determinazione e forza di volontà, e la breve durata della dieta urto ben si adatta al “conto alla rovescia” rispetto al giorno della partenza.

In più, i cibi tipici dell’alimentazione estiva sono anche i più adatti per perdere peso in fretta: è il caso degli ortaggi di stagione, la cui varietà è decisamente superiore a quella invernale, ma anche al pesce fresco, soprattutto se appena pescato.

Un altro studio pubblicato sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry ha infatti dimostrato che mangiare una porzione di pesce, meglio se ricco di Omega3 come salmone, tonno o sgombro, equivale a prendere il sole per un’intera giornata. Tanti sono, infatti, i vantaggi “regalati” dalla vitamina D contenuta nel pesce, che protegge le ossa e il cervello ma anche la pelle.

Così, oltre a essere subito più magra (fino a 10 kg in meno in 7 settimane), sarai anche più bella e luminosa. Cosa volere di più? Compila il tuo Profilo e scegli la tua Dieta Urto per l’estate!

Silvia Nava
Share Aggiungi ai preferiti Subscribe
 
ARTICOLI CONSIGLIATI:
Diete Cellulite
Dimagrire Alimenti
Motivazione Nutrizione
Fame Nervosa Metabolismo
Bellezza VIP a Dieta
Testimonianze