miadieta.it
 
Gelato o pasto?? pregi e difetti
Share
Nutriente, energetico, buono, digeribile, ma soprattutto pratico, d’estate il gelato a pranzo, secondo l’IGI (istituto del gelato italiano), è veramente un’ottima soluzione.Sono molte, infatti, le persone che d’estate preferiscono un bel gelato al posto del solito panino. E in effetti il gelato ha diversi vantaggi in più: nutre, rinfresca ed è di facile digestione. Inoltre è pratico, piacevole, gustoso.

Il gelato contiene proteine omogeneizzate, quindi più assimilabili, e calcio proveniente anche dalle uova in esso contenute; inoltre quello alla frutta contiene vitamine, sali minerali . Contiene anche zuccheri sopratutto il saccarosio e il lattosio che forniscono energia e sono molto assimilabili.

A pranzo ci si può anche concedere una porzione un pò più abbondante perché noi nutrizionisti consigliano di assumere, in questo pasto, circa il 25-30% delle calorie totali della giornata. Abbiamo quindi a disposizione circa 400-600Kcal sulle 2000, o 300-360 nella dieta ipocalorica da 1200 che ci spettano, in media, nella giornata. Tuttavia il gelato, per quanto grande  potrebbe non saziare a sufficienza e allora possiamo accompagnarlo con una bella insalata mista con un po’ di tonno o fagioli o un uovo sodo. In tale maniera il pasto risulterà anche più bilanciato dal punto di vista nutrizionale.

Ma qual è il gelato più adatto a fare pranzo? Molto dipende dalle nostre abitudini. Se, per esempio, durante la pausa pranzo abbiamo la possibilità di sederci, la soluzione può essere una bella coppa mista ai gusti che più preferiamo, magari guarnita con frutta fresca di stagione e con qualche cialda.

Se andiamo di fretta o approfittiamo per fare una passeggiata al parco, invece, meglio uno stecco, un cono, un biscotto o magari due, in funzione della grandezza e della ricchezza del gelato scelto. Il gelato d’estate,  può diventare anche un gradevole spuntino per gli adulti, è di facile digestione, fornisce energia prontamente utilizzabile ed è anche rinfrescante (il freddo sulla lingua trasferisce subito all’organismo una sensazione di freschezza). Ma soprattutto, per il suo buon contenuto di liquidi, contribuisce a reintegrare l’acqua persa con il sudore.

La merenda, soprattutto quella pomeridiana, è un pasto importante. Permette di interrompere il lungo digiuno tra pranzo e cena e di non arrivare a cena troppo affamati. 

Una buona merenda deve essere piacevole, varia, non troppo abbondante né troppo scarsa. Si calcola che debba coprire circa il 5-10%, ma può arrivare anche al 15% (se il pranzo è stato particolarmente “leggero”) dell’energia dell’intera giornata che, tradotto in calorie, equivale a circa 100-250 Kcal, sempre rispetto a un fabbisogno calorico medio di circa 2000Kcal e 60-180 per una dieta da 1200 kcal.

Il gelato che si presta di più per fare merenda è forse il gelato tra due biscotti, pratico e veloce. Ma vanno bene anche il classico cono con cialda e granella di cioccolato o uno stecco semplice o ricoperto di cioccolato: dipende dai gusti e dalle abitudini . Chi vuole contenere le calorie può invece scegliere un ghiacciolo o un sorbetto alla frutta.Oggi tutti i gelati prodotti industrialmente indicano sulla confezione il valore calorico e nutrizionale per 100 grammi di prodotto e alcuni anche per porzione, quindi si è in condizione di fare autonomamente le nostre scelte.
Ma d’estate il gelato è anche il principale dessert: il più gradito per concludere una cena sofisticata, come un pranzo in famiglia. Oltretutto la scelta del gelato come dessert consente una grande varietà con poca fatica e con grande risultato. Una selezione di sorbetti o di gelati alla frutta sarà un dessert fresco e leggero, perfetto per chiudere un menù particolarmente elaborato e ricco.
Un gelato di panna, vaniglia o crema valorizzerà invece una semplice macedonia di frutta fresca o una coppetta di fragole, frutti di bosco, ecc. E una torta gelato sostituirà degnamente la solita crostata o dolci da forno tradizionali più o meno farciti . Un dessert a base di gelato, è anche relativamente poco calorico rispetto ad altri dessert; in funzione della nostra scelta, può fornirci infatti dalle 120 alle 250 calorie.

Per 100 gr:
Alla crema:  189 kcal; carboidrati 27,2 gr; proteine 4,5 gr; grassi 8,2 gr.
Al cioccolato: 291 kcal; carboidrati 34,9; proteine 5 gr; grassi 16 gr.
Alla frutta: 100 kcal; carboidrati 21 gr; proteine 1,4 gr; grassi 1,7 gr.

Ovviamente ,se aumentiamo le porzioni e se aggiungiamo la panna montata, la frutta secca o altre guarnizioni il conto delle calorie si alza rapidamente. 

Dr.ssa Viviana Meli
Share Aggiungi ai preferiti Subscribe
 
ARTICOLI CONSIGLIATI:
Diete Cellulite
Dimagrire Alimenti
Motivazione Nutrizione
Fame Nervosa Metabolismo
Bellezza VIP a Dieta
Testimonianze