miadieta.it
 
Integratori efficaci per dimagrire
L'integrazione vitaminica della Dieta, a prescindere dall’uso di Integratori Vitaminici o meno, rappresenta una delle esigenze da soddisfare con molta determinazione da parte dell'uomo della società contemporanea.

Le vitamine, per la  loro particolare sensibilità agli agenti chimici e fisiologici, subiscono negli alimenti una notevole diminuzione per cui difficilmente si riesce ad assumere con gli alimenti quelle quantità necessarie ed indispensabili indicate come fabbisogno giornaliero.

Mentre si diffonde, nei più svariati modi, una corretta educazione alimentare e le tecniche di preparazione e di conservazione dei cibi migliorano costantemente, numerose indagini epidemiologiche indicano concordemente che la popolazione anziana è esposta a subcarenze vitaminiche.

Vari sono i problemi dell'alimentazione che possono condurre allo sviluppo di malnutrizione. Tra questi vi è la diminuzione di alimenti che si accompagna alla progressiva riduzione del metabolismo basale e del Fitness .

Le vitamine non possono essere sintetizzate autonomamente dal nostro organismo e quindi vanno assunte con l’alimentazione. Un individuo di taglia normale ha bisogno di 350 g di vitamine all'anno introdotte con 850 kg di cibo.

Per coprirne in modo completo il fabbisogno giornaliero può essere utile, oltre a un'alimentazione equilibrata, l'utilizzo di integratori vitaminici, prestando attenzione però che l'integrazione non degeneri in sovradosaggio. Il fatto che siano sostanze "naturali", spesso viene interpretato come un invito ad abusare di questi prodotti senza limiti, anche se non ce n'è un reale bisogno.
Se si bevono due spremute di agrumi al giorno non c’è bisogno di integrare la vitamina C!

Le vitamine sono elementi presenti in piccola quantità negli alimenti che assumiamo e agiscono nell'organismo in proporzioni minime (milligrammi o addirittura microgrammi). Partecipano, stimolandoli, ai principali processi bio-chimici e per questo si catalizzatori biologici. La carenza anche solo di una delle vitamine (più raramente l'eccesso) può avere conseguenze devastanti sullo sviluppo e sul mantenimento degli organi e su tutte le funzioni essenziali della vita.

L'integrazione vitaminica della dieta deve essere effettuata con prodotti dietetici che contengono tutte le vitamine in equilibrato rapporto tra loro in base al fabbisogno giornaliero oppure con prodotti che contengano alcune vitamine, come quelle antiossidanti, in concentrazione ottimale per svolgere l'effetto protettivo.

 Quasi tutte le vitamine ci arrivano attraverso gli alimenti, quindi una dieta varia ed equilibrata è la migliore garanzia per evitare carenze vitaminiche. Infatti, nel mondo occidentale le carenze gravi sono molto rare, tuttavia alcuni fattori che ora elencheremo possono ridurre l'assunzione di vitamine (o richiederne dosi più elevate) determinando così una ipovitaminosi che può col tempo provocare conseguenze sul corretto funzionamento dell'organismo.

Questi fattori sono:
- il fumo, lo stress e l'inquinamento;
- l'abuso di alcol e caffè;
- l'uso di alcuni farmaci;
- periodi quali la gravidanza, l'allattamento, la fase della crescita, la vecchiaia;
- i cibi che assumiamo sono ormai molto manipolati, cioè trattati, cotti, raffinati e non sempre molto freschi.
Le vitamine sono suddivise in due grandi gruppi:

• vitamine liposolubili: cioè quelle presenti nel tessuto adiposo A, D, E e K e soprattutto nel fegato. Difficilmente vengono eliminate con le urine, per questo il nostro organismo ne ha delle riserve.
• vitamine idrosolubili: queste sono C, B12 e tutte le altre del gruppo B che devono essere fornite quotidianamente al nostro organismo, poiché vengono facilmente eliminate attraverso il sudore, l'urina e le feci e quindi si può andare incontro a carenza (unica eccezione è la B12 che viene immagazzinata nel fegato).
 Le vitamine del complesso B sono tutte vitamine idrosolubili (si sciolgono in acqua) e operano all'interno del nostro organismo in modo correlato, quindi una carenza di una di esse o uno squilibrio nella loro presenza provocano disturbi di vario tipo.

Le vitamine che compongono il complesso B sono:
Vitamina B1 (Niacina): aiuta la digestione e il buon funzionamento del sistema nervoso, muscolare, del cuore.
Si trova nei cereali integrali, nel lievito di birra, nei legumi.
Vitamina B2 (Riboflavina): è antiossidante e anticancerogena, facilita l'eliminazione delle tossine; è importante per una crescita normale e per avere capelli, unghie e pelle in buona salute.
Si trova nelle carni e nel fegato, nel lievito di birra, nella soia, nei latticini.
Vitamina B3 (Niacina): previene l'insorgenza delle malattie cardiovascolari e tiene sotto controllo il colesterolo; aiuta ad avere una bella pelle; regola la produzione di ormoni sessuali e il buon funzionamento dell'apparato intestinale.
Si trova in numerosi alimenti: carni e fegato, cereali integrali, lievito di birra, pesce.
Vitamina B5 (Acido Pantotenico): stimola la produzione degli ormoni sessuali e del cortisone e quindi è fondamentale per mantenere in buona salute il processo della crescita, il sistema nervoso, il sistema immunitario. Aiuta ad avere una pelle sana e previene gli effetti dello stress.
Si trova in quasi tutti gli alimenti e quindi le carenze sono essenzialmente dovute o alla malnutrizione oppure a una forte riduzione della flora intestinale, per esempio dopo un prolungato trattamento con antibiotici.
Vitamina B6 (Piridossina): come le altre vitamine del gruppo B, anche la B6 è coinvolta nel funzionamento di numerosi processi: la produzione di anticorpi e di globuli rossi, l'apparato digerente, il sistema muscolare e nervoso, il mantenimento in salute della pelle.
Possiamo ripetere quanto già detto per la vitamina B5: vale a dire, è presente in numerosi alimenti (carne, pesce, lievito di birra, cereali integrali, legumi...) e quindi la sua carenza è piuttosto rara, inoltre il nostro organismo, attraverso la flora batterica intestinale è in grado di sintetizzare una parte del fabbisogno.
Vitamina B8 o H (Biotina): previene l'insorgere di malattie dermatologiche e, quando presenti, facilita la guarigione (eczemi, dermatiti...).
Anch'essa si trova in piccole quantità in quasi tutti gli alimenti ma, come per altre vitamine del gruppo B, può essere distrutta, dall'alcol, dal fumo o da alcuni farmaci come gli antibiotici.
Vitamina B9 (Acido Folico): è particolarmente importante nella fase di formazione del feto, tanto che ormai è prassi farla assumere come integrazione alle donne in gravidanza: la somministrazione previene l'insorgere di gravi disturbi nella crescita come danni al sistema nervoso, parto prematuro, anemia.
In condizioni normali il nostro organismo si rifornisce di acido folico attraverso gli ortaggi a foglia verde, il lievito di birra, i cereali, i legumi, il fegato.

La Vitamina C(Acido Ascorbico) si trova in tutti gli agrumi (limone, arancia, pompelmo...), fragola, kiwi, peperoni, cavolo, cavolfiore, pomodoro e anche in verdure verdi a foglia come la lattuga o il radicchio.

A cosa serve la vitamina C
• in particolare aumenta le difese immunitarie aiutando l'organismo a difendersi dagli attacchi virali
• è importante per la crescita in quanto rafforza ossa e denti
• aiuta la cicatrizzazione delle ferite
• è coadiuvante contro le anemie perché migliora l'assorbimento del ferro.
Va evidenziato che sulla vitamina C sono stati effettuati molti studi e alcuni sono ancora in corso: sembra ormai accertato che essa è in grado di prevenire l'insorgere di tumori (in particolare quelli derivati dal fumo), di avere effetti positivi nei malati di AIDS, di difendere dagli effetti dell'inquinamento.
Ancora aperta è la discussione riguardo alla capacità della vitamina C di combattere il raffreddore: la cosa certa è che ne riduce i sintomi e ne abbrevia il decorso.

Cosa succede quando manca la vitamina C

E' importante notare che la vitamina C (più ancora di altre) è una sostanza che viene facilmente distrutta durante la cottura, la conservazione dei cibi (anche in frigorifero), l'esposizione di questi all'aria e alla luce, inoltre il nostro organismo la elimina giornalmente attraverso le urine e il sudore, quindi, mentre sono rare nei paesi occidentali le carenze gravi, può essere frequente il caso di ipovitaminosi se nell'alimentazione mancano o sono scarse frutta e verdura fresche o in particolari condizioni dell'organismo che necessitano di un aumento della dose giornaliera di vitamina C (per esempio il fumo che la distrugge).
La dose consigliata oscilla tra i 45 e i 60 microgrammi, ma ci sono studiosi come il premio Nobel Linus Pauling che personalmente ne assume a 6 grammi al giorno e consiglia di arrivare fino a 9 grammi! In effetti sono in corso di studio effetti positivi di macrodosi di vitamina C in condizioni molto particolari: persone affette da malattie mentali gravi, tossicodipendenti, persone in condizioni di stress elevato. Per concludere, possiamo consigliare di attenersi alle dosi consigliate, di privilegiare l'assunzione di vitamina C (come di tutte le altre vitamine) attraverso la dieta e di ricorrere agli integratori in situazioni fisiche particolari (sport intenso, gravidanza, allattamento, in fase di convalescenza) e previo consiglio medico.

In caso di carenza grave:

• scorbuto (anemia e indebolimento di denti, ossa, gengive e vasi sanguigni): era tipico dei marinai che nei secoli scorsi affrontavano lunghi viaggi in mare e non potevano alimentarsi con cibi freschi.
In caso di ipovitaminosi:
• scarsa resistenza alle infezioni
• emorragie, gengive sanguinanti, lividi
• disturbi dell'area caratteriale: irritabilità o al contrario depressione.

Aggiungi ai preferiti Subscribe
sponsor:
 
sponsor:
 
sponsor:
 
Centri Info Diete
Dieta mediterranea Dieta ufficio Dieta 40-30-30 Dieta Anti cellulite
Dieta per Colesterolo - Anticolesterolo Easy Diet Dieta Vegetariana Dieta No Lattosio
Dieta Diabete Dieta Atkins Dieta Lemme Dieta Menopausa
Dieta 1200 Calorie Dieta Allattamento Dieta Ipertensione Dieta Diverticolite - Diverticolosi
Dieta Glicemia Dieta Depurativa Dieta Plank Dieta Ipolipidica
Dieta Iposodica Dieta Vegana Dieta Stitichezza Dieta Celiachia
Guide e Risorse
Diete Cellulite Dimagrire Fame Nervosa
Metabolismo Vip a Dieta Testimonianze  
Test & Tools
Tour Guidato Audio/Video Test: Le Tue Porzioni sono Giuste? Test: Quante Vitamine/Minerali Assumi?
Test: BMI e Profilo Dieta Calcolo Calorie Alimenti NEW  
Gruppi di Supporto
Gruppo Dieta Mediterranea Gruppo Dieta per Colesterolo Gruppo Dieta Anti Cellulite
Gruppo Dieta No Lattosio Gruppo Dieta Vegetariana Gruppo Dieta Ufficio
Gruppo Easy Diet Gruppo Dieta Atkins Gruppo Dieta 1200 Calorie
Gruppo Dieta Allattamento Gruppo Dieta Glicemia Gruppo Dieta Ipertensione
Altri Gruppi    
Blogs Dieta
Carmela Pitola Alessandra_TriXy Purpetella Rossella
Vicky LEONE55 Monica2008 Mission_impoissible Rossibuc