miadieta.it
 
Il Merluzzo, dal potere dimagrante
Se la primavera avesse un colore, sarebbe certamente l’azzurro. Azzurro come il cielo finalmente sgombro dal grigiore invernale, azzurro come il mare che si profila già all’orizzonte… e perché no, azzurro come la dieta che sognavi per rimetterti in forma per il cambio di stagione.

La dieta azzurra prende il nome da uno dei suoi componenti fondamentali, il pesce azzurro. Tra le tante varietà esistenti, se vuoi essere davvero aggiornata sappi che quello da preferire è il merluzzo: secondo un nuovo studio islandese della Landspitali University Hospital & Faculty of Food Science and Nutrition e dell'University of Iceland, è questo l’ingrediente segreto per incrementare la perdita di peso in una dieta a basso contenuto calorico.

Il motivo di questo effetto non è ben noto, ma quel che è certo è che il merluzzo e i suoi derivati, come lo stoccafisso, contengono proteine particolarmente sazianti e quindi calmano l'appetito.

L’altro buon motivo per mangiare merluzzo e pesce azzurro è più noto, e ha a che fare con l’elevato contenuto, in questi alimenti, di Omega-3, acidi grassi polinsaturi di tipo essenziale che non possono essere prodotti in alcun modo dall’organismo. Ecco perché è così importante introdurli attraverso l’alimentazione! La dieta azzurra prevede un elevato consumo di pesce di mare: da 4 a 7 volte a settimana, a seconda delle singole esigenze e necessità dietetiche.

Per saperne di più, chiedi consiglio alla nostra nutrizionista : saprà indicarti qual è il modo migliore per introdurre gli Omega-3 nella tua dieta.

Anche se il pesce azzurro ne è la fonte principale, esistono altri alimenti in grado di fornire all’organismo queste sostanze: si tratta delle semenze, in particolare i semi di lino, e le noci di ogni tipo (incluso mandorle, nocciole, arachidi). Di conseguenza, anche gli oli estratti da questi alimenti sono ricchi di Omega-3 e importanti per un’alimentazione sana ed equilibrata.

Quali sono i vantaggi della dieta azzurra? Accanto al dimagrimento, è possibile ristabilire i giusti livelli della pressione arteriosa e dei lipidi, soprattutto i trigliceridi, e la capacità di ridurre la possibile formazione di coaguli piastrinici nel sangue (azione antitrombotica). Ma le patologie che traggono giovamento da una dieta “azzurra” sono moltissime: dall’artrite alla degenerazione maculare, dal cancro alla malattia di Alzheimer, dall’osteoporosi all’obesità.

Aggiungi ai preferiti Subscribe
sponsor:
 
sponsor:
 
sponsor:
 
Centri Info Diete
Dieta mediterranea Dieta ufficio Dieta 40-30-30 Dieta Anti cellulite
Dieta per Colesterolo - Anticolesterolo Easy Diet Dieta Vegetariana Dieta No Lattosio
Dieta Diabete Dieta Atkins Dieta Lemme Dieta Menopausa
Dieta 1200 Calorie Dieta Allattamento Dieta Ipertensione Dieta Diverticolite - Diverticolosi
Dieta Glicemia Dieta Depurativa Dieta Plank Dieta Ipolipidica
Dieta Iposodica Dieta Vegana Dieta Stitichezza Dieta Celiachia
Guide e Risorse
Diete Cellulite Dimagrire Fame Nervosa
Metabolismo Vip a Dieta Testimonianze  
Test & Tools
Test: BMI e Profilo Dieta Calcolo Calorie Alimenti NEW  
Gruppi di Supporto
Gruppo Dieta Mediterranea Gruppo Dieta per Colesterolo Gruppo Dieta Anti Cellulite
Gruppo Dieta No Lattosio Gruppo Dieta Vegetariana Gruppo Dieta Ufficio
Gruppo Easy Diet Gruppo Dieta Atkins Gruppo Dieta 1200 Calorie
Gruppo Dieta Allattamento Gruppo Dieta Glicemia Gruppo Dieta Ipertensione
Altri Gruppi    
Blogs Dieta
Carmela Pitola Alessandra_TriXy Purpetella Rossella
Vicky LEONE55 Monica2008 Mission_impoissible Rossibuc