miadieta.it
 
Neomamme: la dieta senza rischi
Con un bimbo piccolo in casa, pensare alla dieta è impossibile. Questo, almeno, è quello che pensano molte neo-mamme. In realtà, superati i primi mesi di adattamento, il momento in cui tuo figlio comincia lo svezzamento è perfetto per rimetterti in forma! Sicuramente, infatti, vorrai offrire a tuo figlio solo cibi sani e nutrienti. E allora, perché non sceglierli anche per te? Frutta e verdura di stagione sono la base dello svezzamento e al tempo stesso sono perfetti per dimagrire depurando l’organismo. In più, ogni fase della sua crescita può fornirti qualche spunto utile.


«Io non ho fatto assolutamente fatica ad adattare la dieta al mio ruolo di mamma – dice infatti Ale – anzi, devo dire che alcune ricette le propongo anche al mio bimbo e nonostante la tenera età si lecca i baffi ogni volta!»

Dai sei agli otto mesi, per esempio, dovrai preparare al tuo piccolo pappe a base di crema di riso, mais, tapioca. I cereali misti, meglio se integrali, sono perfetti anche per te: ti forniranno l’energia che ti serve per crescere la tua piccola peste, e le fibre utili per tenere attivo l’intestino.

Dagli otto ai dodici mesi. Ti sembrerà di trascorrere ore a frullare, tritare, sminuzzare gli alimenti: perché non approfittarne per riscoprire il piacere di mangiare minestroni, passati e creme di verdura? Questa fase dello svezzamento prevede anche una grande alternanza di carni: pollo, tacchino, manzo e vitello ma anche coniglio, agnello, struzzo, cavallo… li offri a lui, ma faranno davvero bene anche a te!

Dopo i dodici mesi. Ora il tuo piccolo può mangiare quasi tutto, ma per far sì che la sua dieta sia sempre sana e bilanciata, quel che conta di più è l’esempio che gli daranno i genitori. È il momento di sbizzarrirsi con tante ricette sane e nutrienti da provare tutti insieme. Per non sbagliare, organizza la cucina (e la lista della spesa) in modo che non manchino mai questi cibi: fagioli con poco sale e senza aggiunta di zuccheri, cracker, ceci, pomodoro in salsa, frutta secca, biscotti di riso, pastine per minestra assortite, lenticchie, riso, formaggi freschi tipo ricotta o primo sale, uova, frutta fresca di stagione, piselli, verdure assortite fresche o surgelate, pane casareccio a fette.

Fin qui, la pratica. Ma dal tuo bambino puoi imparare anche la teoria! Alcuni suoi atteggiamenti, infatti, possono esserti davvero utili per cambiare in meglio il tuo approccio con il cibo. Ecco come:

  1. Assaggia tutto senza paura: potresti scoprire che i broccoli che hai sempre evitato, in realtà ti piacciono tantissimo. E lui sarà più invogliato ad assaggiare ciò che piace alla sua mamma…
  2. Scopri il piacere del gusto. Hai mai notato che il tuo piccolo dedica ad ogni boccone tutta la sua attenzione, “esplorando” il cibo anche con le mani? Sforzati di fare altrettanto, soffermandoti sul sapore ma anche sul colore, sul profumo e sulla consistenza dei tuoi piatti.
  3. Ritrova la voglia di giocare in cucina. Per lui ogni momento è buono per giocare e ogni oggetto è fonte di divertimento. Lasciati contagiare dalla sua allegria e trasforma il momento di cucinare in una festa rallegrata da canzoncine e storielle inventate. Sarete felici entrambi!


Aggiungi ai preferiti Subscribe
sponsor:
 
sponsor:
 
sponsor:
 
Centri Info Diete
Dieta mediterranea Dieta ufficio Dieta 40-30-30 Dieta Anti cellulite
Dieta per Colesterolo - Anticolesterolo Easy Diet Dieta Vegetariana Dieta No Lattosio
Dieta Diabete Dieta Atkins Dieta Lemme Dieta Menopausa
Dieta 1200 Calorie Dieta Allattamento Dieta Ipertensione Dieta Diverticolite - Diverticolosi
Dieta Glicemia Dieta Depurativa Dieta Plank Dieta Ipolipidica
Dieta Iposodica Dieta Vegana Dieta Stitichezza Dieta Celiachia
Guide e Risorse
Diete Cellulite Dimagrire Fame Nervosa
Metabolismo Vip a Dieta Testimonianze  
Test & Tools
Tour Guidato Audio/Video Test: Le Tue Porzioni sono Giuste? Test: Quante Vitamine/Minerali Assumi?
Test: BMI e Profilo Dieta Calcolo Calorie Alimenti NEW